26 Novembre 2020
News

ALLA SCOPERTA DELLA QUOTA SALVEZZA: I RECORD DELLE RETROCESSE

28-09-2017 18:00 - NEWS FANTALEGA DARFO 2003
Quattordici stagioni della Fantalega hanno sancito altrettante retrocessioni per le squadre ultime classificate nella Fantalega Darfo 2003. Coinvolte nella storia 6 squadre con FC Panapigiaikos e Psfrè Eindhobert che hanno salutato la categoria per ben 3 volte, a quota 2 retrocessioni le altre quattro squadre coinvolte: Blackbrun, FC Tordeaux, Spagna Praga e Teottenham. Afc Flajax e Elis Saint Giorgiain sono le uniche due squadre "superstiti" che non hanno mai conosciuto l´onta della Serie B... Finora... Le retrocessioni sono state sinora parecchio variegate come tipologia, perchè vanno subito sfatati i tabù che retroceda la squadra col peggiore attacco (succede ovviamente ma solo nel 50% dei casi) o che sia determinante la difesa e il calendario (anche questo non è vero, solo nel 35% dei casi retrocede la squadra con la peggior difesa). Negli anni abbiamo avuto diversi esempi lampanti di "sorprese" nelle retrocessioni dal Tordeaux del 2010/11 che finì in Serie B nonostante il 4° attacco della Fantalega e neppure la peggior difesa oppure il Psfrè Eindhobert della stagione 2008/09 che retrocesse incredibilmente nonostante la miglior difesa della Fantalega in un´annata maledetta. Una maledizione simile a quella dello scudetto (cioè che in caso di sconfitta alla 1° giornata non si vince il tricolore) veleggia anche sulle squadre che a Maggio retrocedono, infatti nel 93% dei casi le squadre finite in B non avevano vinto la prima partita dell´anno, unica eccezione storica il Blackbrun del 2012/13 che vinse per 3-2 il primo match giocato a Ewood Park contro il Panapigiaikos salvo poi retrocedere con una giornata d´anticipo mesi dopo. La Quota Salvezza (intesa come i punti necessari per salvarsi matematicamente in ogni stagione, ovvero un punto in più del 7°) di media si attesta intorno ai 32 punti, gruzzoletto che però in diversi anni di Fantalega non sarebbe bastato per la salvezza in tante stagioni (addirittura nella stagione 2006/07 ne sarebbero serviti 39). Quindi si può determinare la Quota Salvezza reale in circa 35 punti (che sarebbero bastati nell´85% dei casi) anche se per una certezza matematica è più opportuno dire che la vera tranquillità si raggiunge intorno ai 40 punti per evitare sorprese. Le squadre che sono retrocesse totalizzando più punti sono il Panapigiaikos 2015/16 che conquistò 30 punti, il Blackbrun 2015/16 e il Psfrè Eindhobert del 2005/06 con 29. Le quote salvezza più alte nelle stagioni 2006/07 con 39 punti e nel 2012/13 con 37 punti, le quote salvezza più basse nella prima stagione di sempre e nell´ultima disputata, entrambe con una quota minima di 29 punti necessari. Le squadre che hanno segnato di più pur retrocedendo sono state lo Spagna Praga 2003/04 con 36 reti (6° attacco), il Tordeaux del 2010/11 con 35 goal (4° attacco) e il Panapigiaikos del 2005/06 con 32 reti (6° attacco). Le squadre che han segnato di meno sono a braccetto il Teottenham 2007/08 e il Psfrè dell´anno dopo (quello della miglior difesa) con sole 18 reti segnate. Diversi altri record sono comunque da ricordare come quello del Tordeaux 2006/07, la retrocessa con più reti subite (46, ma non era la peggior difesa quell´anno), o il Panapigiaikos del 2015/16 che finì in Serie B nonostante ben 9 vittorie in campionato, tra le peggiori di sempre anche il Tordeaux del 2006/07 e il Teottenham 2007/08, squadre che condividono il poco invidiabile record della retrocessione più precoce con le due compagini che hanno salutato la categoria con ben 4 turni d´anticipo sul termine delle ostilità. Ma andiamo con ordine per un ripassino sulle "storie" delle retrocesse anno per anno. 2003-04 E´ l´annata del debutto della Fantalega Darfo 2003, la prima squadra della storia a fare da fanalino di coda è lo Spagna Praga, i cechi al debutto assoluto lottano col Psfrè per gran parte del campionato, fino alla 22° giornata quando gli olandesi li staccano e non si faranno più riprendere fino alla retrocessione matematica a 2 giornate dalla fine, sole 5 vittorie stagionali per i rossoblu che si consolano parzialmente con la finale di Coppa di Lega col Tordeaux (persa col celeberrimo goal di Ravanelli). E´ la squadra retrocessa con più goal segnati della storia, ben 36, 6° attacco stagionale. 2004-05 A retrocedere è il Panapigiaikos (allora Olympigiakos), getta la spugna però solo all´ultima giornata dopo una lotta serrata con Tordeaux e Psfrè, i greci comunque si piazzano all´ultimo posto alla 21° giornata e da lì non si muoveranno più. E´ la terza tra le retrocesse per goal segnati in una stagione, saranno 32 alla fine col 6° attacco della Lega. 2005-06 La prima volta del Psfrè Eindhobert è molto amara, forse la peggiore retrocessione di sempre, provano a smentirci i 29 punti comunque conquistati dal club, 2° prestazione di sempre tre le retrocesse ma l´annata è veramente da dimenticare. In primis Treachi ha la genialata sociale di mollare Eindhoven per giocare all´Old Trafford di Manchester, la mitica unica stagione di sempre del Pruntaker United!!! Sarà ultimo posto dalla prima all´ultima giornata (unica squadra della storia della Lega a riuscirci), dopo 5 giornate gli olandesi hanno un solo punto, sembra la disfatta invece riescono a prolungare l´agonia fino all´ultimo atto della Fantalega salvo poi arrendersi a ESG (6°) e Flajax (7°) rimasti comunque a poca distanza. Dopo 28 giornate su 28 della propria storia da fanalino di coda il Pruntaker United chiuderà baracca e burattini per ritornare in ginocchio a Eindhoven a fine stagione. 2006-07 A retrocedere sono i girondini dell´ FC Tordeaux che fanno una prima parte di campionato più che dignitosa salvo poi crollare mestamente al ritorno, farsi sorpassare dal Psfrè alla 17° giornata e chiudere il campionato con una retrocessione con 3 giornate d´anticipo staccato di ben 12 punti al termine della stagione dal 7° in classifica (peggior distacco di sempre) e una difesa colabrodo che subì ben 46 reti, la peggiore di sempre tra le retrocesse ma curiosamente non fù la peggiore di quella stagione superata dal Blackbrun a quota 49. 2007-08 Tocca al Teottenham conoscere l´onta della Serie B dopo diverse stagioni positive, l´annata è terribile, la squadra è ultima dalla 10° giornata fino alla fine del torneo e chiuderà anzitempo la stagione con 3 giornate di anticipo e a meno 11 punti dal Panapigiaikos 7°. Una stagione da incubo con soli 23 punti e sole 18 reti segnate entrambi primati negativi della Fantalega oltre alle sole 5 vittorie stagionali. Piccola gioia la vittoria dell´Helicopter Cup, decisiva la sfida col Panapigiaikos finita 2-2 ai tempi regolamentari e che ha visto gli inglesi imporsi poi ai calci di rigore. 2008-09 E´ la seconda volta della propria storia per il Psfrè che retrocede in una stagione piena di contraddizioni e di nonsense. La squadra inanella record negativi e gioie mescolate per tutta la stagione chiusa con la prima storica qualificazione alla Supercoppa di Lega (grazie alla sconfitta in finale di Coppa di Lega con l´ESG) e il record per il minor numero di goal segnati in un campionato con sole 18 realizzazioni. Gli olandesi sono ultimi da soli dalla 21° giornata in poi ma resistono in una lotta serrata che si conclude matematicamente solo all´ultima giornata e che ha visto coinvolte con varie vicissitudini anche Spagna Praga, Tordeaux e Teottenham salve tutte per pochissimi punti. La peculiarità di questo Psfrè è di essere riuscito nell´impresa di retrocedere nonostante la miglior difesa della Fantalega con sole 28 reti subite (per capire la portata dell´impresa il 57% delle squadre scudettate nella storia hanno subito più goal). 2009-10 Il Psfrè nel suo calvario personale cade per la terza volta. Una stagione quasi fotocopia con quella precedente con un´altra qualificazione alla Supercoppa con sconfitta in finale di Coppa di Lega (stavolta contro lo Spagna Praga) e un´altra retrocessione questa volta anticipata alla penultima giornata. Durante tutta la stagione sarà lotta serrata con Blackbrun e Elis Saint Giorgiain, ultime a tirare un sospiro di sollievo che staccano la squadra olandese alla 23° giornata e non si faranno più riprendere, sole 5 vittorie in campionato per il Psfrè, è la seconda retrocessione consecutiva, la 3° in 5 anni intramezzata da due 7° posti, Treachi è al limite e pensa di mollare la società, sarà un´estate ad altissimo tasso emotivo col caso poi rientrato con non poca fatica a pochi giorni dell´asta col team olandese di nuovo ai nastri di partenza. 2010-11 Un´annata veramente particolare quella che vede retrocedere il Tordeaux (2° volta nella sua storia) che segna la bellezza di 35 goal e incamera il 4° attacco della Lega stagionale ma tutto questo non basta per evitare la retrocessione giunta all´ultima giornata di campionato dopo una lotta senza esclusione di colpi con Psfrè (ancora loro) e il Teottenham che sarà l´ultimo a salvarsi. E fin qui niente di particolare, se non fosse che le ultime due in campionato che disputano per 28 giornate una stagione mediocre si trovano di fronte al Parc de Princes di Parigi per la finale della Coppa di Lega con l´opportunità di salvare la stagione. La sfida si chiude sull´1-1 nei tempi regolamentari con le reti di Robinho e Hernanes, ai rigori fà la differenza il portiere dei francesi Doni che para la bellezza di 3 rigori (Vargas, Di Vaio e Guberti) e consegna la Coppa di Lega nelle mani di Hector Tosi che alza l´ennesimo trofeo della carriera. Unico caso di retrocesso felice e che quattro mesi più tardi alzerà pure la Supercoppa di Lega. 2011-12 Ancora il Teottenham in Serie B quattro anni dopo l´ultima retrocessione, gli inglesi mettono subito tanto fieno in cascina con un ottimo girone d´andata chiuso al 4° posto a soli 4 punti dal Flajax secondo in classifica e con ben 9 punti di vantaggio sul Psfrè Eindhobert malinconicamente ultimo. Solo che poi gli inglesi si inceppano proprio quando la squadra di Eindhoven ha iniziato a correre e alla 25° giornata si consuma il sorpasso sul club inglese ormai allo sbando e che retrocederà con una giornata di anticipo. Chiudono comunque con 27 reti segnate e il 5° attacco della Fantalega. 2012-13 Dopo 9 anni passati sempre nelle zone nobili della classifica tocca al Blackbrun capitolare e per la prima volta nella sua storia conoscere l´amaro gusto della retrocessione, la squadra si ritrova ultima in solitaria dalla 19° giornata in poi e retrocederà con un turno d´anticipo chiudendo a meno 8 punti dal Flajax settimo. I gialloneri hanno però la grandissima occasione di raddrizzare la stagione con la finale di Coppa di Lega da giocarsi tra le mura amiche di Ewood Park nel derby col Teottenham, purtroppo per il Blackbrun non è stagione di gioie e la sfida tiratissima si chiude sullo 0-1 per i confederati, pianto e disperazione anche se arriva quantomeno la qualificazione alla Supercoppa di Lega. Una peculiarità della stagione dei gialloneri è che sono stati gli unici nella storia a vincere alla 1° Giornata di campionato e poi retrocedere comunque, evento mai ripetuto in 14 anni di Fantalega. 2013-14 Dieci anni dopo la prima storica retrocessione tocca ancora allo Spagna Praga chiudere la classifica finale di una Fantalega, la squadra a metà campionato gira al 5° posto e sembra in pieno controllo anche perchè c´è un Panapigiaikos in chiara difficoltà sul fondoclassifica. Eppure dopo essere stati ultimi per tutto l´anno i greci rimontano e operano il sorpasso alla 26° Giornata condannando così i confederati che non riusciranno più a raggiungerli e all´ultima giornata saluteranno la categoria. Lo Spagna Praga comunque retrocede con il 5° attacco della Fantalega grazie ai 30 goal segnati in campionato. 2014-15 E´ la seconda retrocessione in 3 anni per il Blackbrun che si ritrova ultimo dalla 10° giornata sino al termine del campionato rimanendo sempre a pochissimi punti dal Panapigiaikos senza mai riuscire a raggiungere i greci che all´ultima giornata li condannano alla retrocessione nonostante i 29 punti ottenuti dagli inglesi (2° punteggio di sempre per una retrocessa). All´ultima giornata il Blackbrun non si salva ma riesce comunque a rompere le uova nel paniere ai gemellati del Psfrè Eindhobert nell´ormai celeberrimo 1-1 del Philips Stadium che consegnò lo scudetto all´ESG dopo una rimonta a dir poco epica. 2015-16 Undici anni dopo l´ultima Serie B crolla il mito del Panapigiaikos che come Pana non era mai retrocesso. Seconda serie B per la società greca con una sfida lunga 28 giornate tutta improntata sulla sfida interna all´Est Povero con lo Spagna Praga con tantissimi colpi di scena durante la stagione. Alla 27° Giornata il Panapigiaikos si fà raggiungere in classifica dai confederati a quota 30 punti coi cechi nettamente in vantaggio come numero di goal segnati, ma all´ultimo turno entrambe hanno gare casalinghe e la situazione potrebbe cambiare drasticamente. Invece entrambe le povere dell´Est perdono tra le proprie mura (lo Spagna Praga col Tordeaux per 0-3 e il Pana con l´ESG per 1-2) in classifica non cambia di una virgola e Panapigiaikos in b per la seconda volta nella sua storia nonostante i 30 punti della discordia siano un record assoluto per una squadra retrocessa, come sono un record le 9 vittorie stagionali dei greci, mai così tante per una squadra da B. 2016-17 Ancora Panapigiaikos, per la 3° volta nella storia come il Psfrè. Ma questa è storia recente di una delle stagioni più disgraziate della storia, i greci si ritrovano ultimi in solitaria alla 7° giornata e non molleranno più il fondo classifica fino al termine della stagione, a 6 giornate dal termine si ritrovano a -10 punti dal Tordeaux poi una piccola reazione d´orgoglio permette di prolungare l´agonia fino alla penultima giornata quando un 2-2 a White Hart Lane li condanna definitivamente. I 23 punti racimolati nell´arco della stagione pareggiano quelli del Teottenham del 2007/08 per il record dei record negativi della Fantalega.





Realizzazione siti web www.sitoper.it