20 Settembre 2020
News

L´ULTIMO MERCATO DELLA STAGIONE: DAL TRADIMENTO DI HILJEMARK AI COLPI DE ROSSI E JOAO MARIO

26-03-2017 13:00 - NEWS FANTALEGA DARFO 2003
Ultimo mercato stagionale per la Fantalega Darfo 2003, tenutosi Giovedì 23 Marzo all´Hilteon Hotel (terza presenza su 3 mercati per l´hotel londinese sempre più sede ufficiale incontrastata del mercato della Lega). Come da tradizione l´ultimo mercato è stato avaro di emozioni con la tendenza a coprire qualche eventuale falla nelle rose delle squadre in vista della volata finale di stagione con un occhio comunque alla prossima, di grandissimi colpi nemmeno l´ombra come prassi, i due giocatori più pagati della sessione sono stati infatti Daniele De Rossi e Joao Mario acquistati rispettivamente da Spagna Praga e Teottenham per la stessa identica cifra: 26 Milioni, sul podio dei colpi della sessione anche Marcelo Brozovic finito al Panapigiaikos per 22 Milioni. Grandissimo scalpore ha fatto il passaggio del centrocampista Oscar Hiljemark dal Panapigiaikos al Psfrè Eindhobert, fomentando le voci che lo volevano come un´uomo orange all´interno dello spogliatoio dei greci, il passaggio repentino dello svedese nel club olandese pochi attimi dopo il doveroso taglio (secondo stagionale) da parte del Panapigiaikos ha acceso ancora di più le discussioni e ha lasciato nelle menti della dirigenza greca la sensazione di essere stati gabbati dal duo dei Subdoli che infatti hanno accolto il biondino come un figliol prodigo. A fare notizia pure l´autolicenziamento di Tommaso Berni, il portiere dello Spagna Praga infatti ha dichiarato che non avrebbe passato un secondo di più in squadra col duo Spagnoli-Abondio e si è autorescisso il contratto, fatto molto raro nella storia della Fantalega ma non unico, il club dell´Est Povero l´ha ovviamente presa con grande sportività e grande fair play e un minuto dopo per vendetta hanno licenziato pure Ionut Radu, additato dal ds come amico sicuro del portiere fuggitivo, grande esempio di signorilità da parte del club ceco. Ma andiamo a analizzare il mercato svolto squadra per squadra: AFC FLAJAX: Gli olandesi, non era un mistero erano alla ricerca di una punta per completare la propria rosa, le due punte sono arrivate ma non sembrano comunque in grado di fare la differenza per il club di Amsterdam, sono arrivati infatti Eder per 19 Milioni (3a stagione in maglia Flajax) e Mchedlidze per 12 (scarto dello Spagna Praga) a rinforzare l´attacco, in difesa è arrivato l´olandese Hateboer per 4 Milioni e due giovani portieri come Gollini e Sepe per completare il reparto. Le rinunce poco dolorose portano il nome di Vermaelen (al secondo taglio stagionale con il Flajax), Verre, Trotta e della leggenda Totti rimasto al club poche partite senza ne giocare ne tantomeno incidere. Un mercato di rappezzamenti, cambia poco o nulla in seno al club biancorosso. VOTO: 5,5 BLACKBRUN: Pochi colpi mirati per il team giallonero che si riteneva già con una squadra all´altezza per il finale di campionato, in difesa addio doloroso a De Silvestri e Ceppitelli sostituiti dal colombiano Murillo (pagato 11 Milioni, la maggior spesa della sessione per i gialloneri) e dal giovanissimo Calabria. A centrocampo saluta il sempre rotto Veloso sostituito dalla scommessa italiana Di Gennaro per 10 Milioni, sulla trequarti acquistato il giovanissimo Ianis Hagi figlio della leggenda rumena George, acquisto quest´ultimo che in futuro potrebbe fare le fortune del club. In sostanza un mercato conservativo, la squadra non ha subito rivoluzioni e i nuovi arrivi sono tutti da valutare soprattutto il loro inserimento nel brevissimo termine. VOTO: 5,5 ELIS SAINT GIORGIAIN: E´ ritornato il vulcanico Bianchini sul mercato dopo alcune sessioni sottotono e lo fà da assoluto mattatore come negli anni ci aveva abituato, 8 cessioni e 12 acquisti il saldo della finestra di mercato con più di 100 Milioni movimentati per il Re dei Mercati che è tornato a colpire, si parte radendo al suolo il centrocampo, via Brozovic, Nagy, Barberis, Valdifiori e Sarzi, poi si passa alla difesa, via a sorpresa sia Murillo che Bruno Peres deludenti oltre al giovane Forte. In entrata sono arrivati ben 5 nuovi elementi: De Sciglio (4° stagione con l´ESG) e Emerson per 15 Milioni, Samir e il cavallo di ritorno Hoedt per 11 Milioni e l´esperto Molinaro per 5. Ben 7 invece i nuovi centrocampisti a disposizione del tecnico Bianchini, partendo dall´investimento più costoso, quello dello svizzero Remo Freuler per 20 Milioni, insieme a lui una folta pattuglia di scommesse e investimenti futuri come Croce (12 Mln), la coppia Lukic e Chochev per 10 Milioni ciascuno, Hetemej (7 Mln), Cristante (6 Mln) e Montolivo per 4 Milioni, di ritorno a Parigi dopo 10 anni esatti dall´addio nella stagione 2007. In conclusione il solito mercato difficile da decifrare per i francesi che comunque finalmente hanno ritrovato la propria verve sul mercato, qualche rinuncia eccellente ma squadra puntellata a dovere per il finale di stagione. VOTO: 6,5 FC PANAPIGIAIKOS: La coppia di Dreamers conclude il solito mercato colmo di grandi nomi in grosso declino e di giovanissimi in rampa di lancio. Ai saluti Bereszynski e Cannavaro in difesa, Hiljemark (con un calcio in culo) a centrocampo, la coppia Trajkovski e Joao Mario sulla trequarti e il giovanissimo Lo Faso tra le punte. In difesa sono arrivati tre grossi punti interrogativi come Antonelli, Dimarco e Vermaelen tutte entrate Low Cost, a centrocampo il grande colpo col ritorno di Marcelo Brozovic (terza stagione ad Atene) per 22 Milioni insieme al croato anche il giovanissimo Melegoni scommessa del Gm fortemente osteggiata dal Ds Minelli. Sulla trequarti in arrivo due giovanissimi come Sallai e Spinazzola per strizzare l´occhio al futuro. In conclusione un mercato come da tradizione alla ricerca del colpo a sensazione, forse bisognava andare a cercare quel pizzico di concretezza in più, in fondo se vogliono salvarsi i greci non hanno affatto tempo da perdere per aspettare giocatori. VOTO: 5,5 FC TORDEAUX: Pochi mirati colpi per il club francese che ha cercato in ogni modo di piazzare un Dybala o un Berardi in un megascambio senza però riuscirci. In difesa addio obbligato a Abate sostituito da due elementi come Morganella e Zapata entrambi con un punto di domanda gigante sulla testa. A centrocampo via Grenier e dentro il rumeno Ionita per 5 Milioni, rinforzata invece la trequarti con gli arrivi di Iago Falque per 21 Milioni e Mati Fernandez per 10 Milioni, libera lo spogliatoio invece Lazovic. Un mercato con fondi limitati ha portato un mercato di movimenti limitati, forse alcuni giocatori andavano scambiati a Gennaio per massimizzarne il valore e portare a casa qualcosa di grosso senza rimanere col cerino in mano come invece è successo. Rimpolpata comunque a dovere almeno la trequarti, fondamentale a questo punto visto il lungo infortunio di Muriel. VOTO: 5,5 PSFRE´ EINDHOBERT: Il mercato dei Subdoli anche se limitato a una piccola manciata di Milioni riserva sempre qualche coltellata alle spalle degli avversari, è il Subdoli´s Style, impossibile da copiare. Oltre alla megacoltellatona con sospetti di Hiljemark alle spalle del Pana, arrivano in serie tre coltellate ai cugini del Flajax (Maksimovic, Verre e Trotta), cavallo di ritorno invece il portiere Scuffet. Ai saluti solamente due giocatori una volta segnalati come pupilli che rispondono al nome di Dimarco e Rigoni. A giochi fatti un mercato orientato non a rinforzare la squadra ma solo a infierire più colpi psicologici possibili agli avversari oltre a una maniacale ricerca del goal dell´ex che da sempre li contraddistingue, almeno un mercato diverso da tutti gli altri. VOTO: 6 SPAGNA PRAGA: La capolista e mattatrice della stagione svolge un mercato sottotraccia tutto orientato a puntellare la squadra in vista del finale di stagione con siparietto comico vista la conclusione del siparietto Berni-Radu tra i portieri. In difesa allontanato Peluso sostituito dal promettente giovane Dell´Orco per 5 Milioni, a centrocampo salutano Rincon e Melegoni sostituiti da Barreto (11 Mln) e soprattutto da De Rossi, giocatore più pagato della sessione con ben 26 Milioni spesi per il suo ingaggio, è un colpo storico perchè per l´italiano si tratta del 5° anno in carriera con la maglia dello Spagna Praga. Tra trequarti e attacco se ne vanno Valencia e Mchedlidze, in entrata il giovanissimo Cerri. Un mercato orientato a riempire i buchi in organico sostituendo giocatori a mezzo servizio con uomini pronti all´uso, unica squadra a rinunciare in blocco ai trequartisti. VOTO: 6,5 TEOTTENHAM: Sempre difficile da decifrare il mercato degli inglesi anche se in questa sessione meno scoppiettante di altre volte, ha fatto comunque scalpore l´addio di Iago Falque, totalmente inatteso visto quanto aveva combinato di buono lo spagnolo fin´ora in stagione. Sono comunque arrivati giocatori di spessore per sostituirlo. In difesa se ne è andato Strinic, in entrata Bruno Peres (18 Mln, difensore più pagato della sessione) e Peluso (7 Mln). A centrocampo nessuna rinuncia e la firma del cavallo di ritorno Ntcham, ripreso al triplo del valore tre mesi dopo. Sulla trequarti oltre al già citato Iago se ne vanno pure due giovanissimi fenomeni come Leandrinho e Latte Lath, stranissimo che il club non abbia deciso di puntare su nessuno dei due vista la giovanissima età e il costo molto contenuto, in sostituzione sono comunque arrivati due giocatori già pronti: la coppia dei Joao, infatti sulla trequarti inglese da ora pascoleranno sia Joao Pedro (acquistato per 13 Milioni) e Joao Mario (big colpo della sessione con ben 26 Milioni spesi, ma è un ex Pana quindi i tifosi hanno iniziato a rumoreggiare). In attacco cessione obbligata per Ibarbo e decisa dalla dirigenza per Gilardino, che ha deluso, a tirare la baracca per il finale di stagione è stata chiamata una leggenda come Francesco Totti alla 3° stagione nel Teottenham in carriera. In sostanza un mercato di più e di meno, tutto da valutare nel finale di stagione, però bello ponderato come non accadeva da tempo. VOTO: 6





Realizzazione siti web www.sitoper.it