22 Settembre 2020
News

IL MERCATO DI GENNAIO 2017: DEULOFEU IL SUPERCOLPO, LO SFREGIO RODRIGUEZ - FLAJAX E IL LODO GOMEZ

07-02-2017 18:30 - NEWS FANTALEGA DARFO 2003
Mercato povero di grandissimi nomi ma comunque decisamente effervescente per diversi motivi quello affrontato dalle società della Fantalega in data 3 Febbraio 2017 nella storica sede di mercato dell´Hilteon Hotel. Il grande colpo della sessione risponde al nome di Gerard Deulofeu, l´ala spagnola è approdata al Panapigiaikos per la bellezza di 61 milioni che lo rendono il giocatore più caro della stagione arrivato dai mercati, il secondo colpo per importanza lo piazzano i francesi dell´Elis Saint Giorgiain con il centrocampista croato Marcelo Brozovic acquistato per 60 Milioni, ultimo gradino del podio per Roberto Gagliardini, il 23enne italiano è approdato al Tordeaux per 58 Milioni, a seguire il georgiano Levan Mchedlidze che ha firmato per lo Spagna Praga per ben 40 Milioni. Da notare che ben tre dei quattro colpi principali della Fantalega erano stati ampiamente anticipati nel ´´Lo Sai Che?´´ del duo Criscitiello-Pedullà che avevano già visto lungo, oltre ad aver indovinato una marea di altre operazioni tra quelle principali (da Storari a Grenier, da Diawara a Iturbe passando per El Kaddouri e Trajkovski più molti altri avevano già una destinazione chiara diversi giorni prima della chiusura delle trattative). L´altro colpo di mercato che ha fatto sobbalzare gli operatori di mercato, non tanto per il costo dell´operazione ma per la valenza simbolica, è stato l´addio doloroso del capitano plurititolato del Tordeaux: il capitano Gonzalo Rodriguez dopo tre stagioni e mezza in Francia osannato e adorato dai tifosi viene scaricato dal club girondino e l´argentino ha di fatto stupito tutti firmando per gli storici rivali del Flajax per la congrua cifra di 28 Milioni, un pezzo della storia Tordeaux al centro della difesa di casa all´ArenA, chi l´avrebbe mai detto? L´altra questione che ha infiammato la serata è stata quella del cosiddetto ´´Lodo Gomez´´ col Teottenham che si è trovato a schierare più volte un giocatore non in rosa, o meglio in rosa ufficialmente (il che avrebbe portato a uno sforamento) ma non in rosa secondo la società che comunque ad un certo punto ha deciso di schierarlo comunque per 4 giornate, ricevendo una squalifica del campo pari a tale scorrettezza. Ma andiamo a vedere nel dettaglio come si sono comportate le squadre nella sessione invernale col classico voto al mercato di Gianluca Di Marzio. AFC FLAJAX: Gli olandesi hanno movimentato soprattutto il mercato degli scambi muovendo tra entrate e uscite ben 9 giocatori (4 dei quali in prestito, due concessi e due incamerati) salutando Zielinski, Thereau e Laxalt per l´arrivo di Danilo e Perotti (in prestito) mentre l´arrivo in prestito di Bruno Fernandes ha comportato le cessioni di Sportiello, Bertolacci e Ricci (entrambi in prestito, il secondo era già al Blackbrun). Per il Flajax pur senza mobilitare grandissime cifre è stato un mercato storico, in primis per l´addio di Manolo Gabbiadini al Flajax, dopo 5 stagioni di alti e bassi vola in Inghilterra il pupillo incontrastato della dirigenza oranje, in secondo luogo lo sfregio già citato al Tordeaux con l´ingaggio dell´ex capitano dei girondini Gonzalo Rodriguez (costato comunque ben 28 Milioni, 8° difensore più caro della storia degli olandesi) e terzo caso perchè il club di Amsterdam riabbraccia il proprio cannoniere principe Francesco Totti, alla quinta stagione all´ArenA dove in maglia biancorossa ha già segnato la bellezza di 33 goal in carriera (Topscorer di sempre dei lancieri), arriva però con un contratto da comprimario (soli 6 Mln), si sà mai che non potrà essere utile alla causa. In porta se ne vanno Berisha e Sportiello (a scadenza) in arrivo il giovane Audero. In difesa gli addii di Isla, Cacciatore, Maksimovic e Salcedo sono stati compensati da Danilo (dagli scambi), Vermaelen (tornato alla base dopo 3 mesi di Spagna Praga), Radu e appunto l´ex capitano Tordeaux Rodriguez. A centrocampo tanti addii anche di spessore come Zielinski, Laxalt e Bertolacci (tutti scambiati) sono arrivati Fernandes dal Blackbrun mentre dal mercato libero sono stati pescati Jankto, Kastanos, Zajc, Rog e Missiroli (alla terza stagione al Flajax) in rigoroso ordine di investimento, tanti giovani da far crescere. Sulla trequarti sono stati concentrati parecchi degli sforzi di questo mercato grazie agli arrivi di Perotti (solo fino a giugno) e di El Shaarawy (si tratta di un ritorno ben 5 anni dopo). In attacco persi Gabbiadini e Thereau probabilmente non si è investito a dovere, sono arrivati dei buoni giocatori come Paloschi, delle leggende viventi come Totti, dei comprimari come Trotta o scommesse come Alessandro Rossi, chiaramente troppo poco. In sostanza un mercato orientato a rinforzare difesa e trequarti ma che sembra abbia indebolito tutti gli altri reparti, tante forse troppe scommesse da valutare nel lungo termine. VOTO: 5,5 BLACKBRUN: Gli inglesi del Blackbrun sono i re dell´ultimo giorno di mercato con ben 2 scambi andati in porto proprio negli ultimi istanti prima dell´inizio del mercato, quello che ha portato Fernandes al Flajax (fino a Giugno), in cambio di Sportiello e i prestiti di Bertolacci e Ricci (quest´ultimo era già nella rosa del club inglese). L´altro scambio col Panapigiaikos ha portato il deludente Lapadula al Panapigiaikos al posto del quale sono arrivati in giallonero Baselli e il pupillino Paredes. In difesa via Lezzerini con l´arrivo di Sportiello, difesa semirivoluzionata con gli arrivi di Chiriches, Miangue, Zukanovic e Isla (3° anno per lui in maglia Blackbrun) a rimpolpare un reparto che ultimamente stava dando poche garanzie, via gli inaffidabili Antonelli e Dramè. A centrocampo dolorosi gli addii a Zielinski (fine prestito) e Fernandes andato al Flajax fino a Giugno, ma dagli scambi è arrivato un tridente di centrocampo molto ben assortito con Baselli, Paredes e Bertolacci (anche per lui 3° anno a Ewood Park). Ceduto al mercato anche Badu, sostituito dal giovane guineano Diawara. Sulla trequarti nessuna partenza mentre in entrata si registrano i colpi Caprari e Gerson, givoani e di prospettiva. In attacco salutato Lapadula sono arrivati i giovanissimi Kean e Boyè con una strategia mirata anche sulla prossima stagione. In conclusione un mercato che ha premiato anzitutto la qualità a centrocampo e il rinfoltimento soprattutto numerico della rosa, ritenuta troppo ristretta in precedenza dalla dirigenza, ci si aspettava forse uno sforzo di più in attacco ma degli inglesi si sono perse le tracce dopo la diatriba col Psfrè riguardo a Djordjevic e l´asta persa per Babacar con il Panapigiaikos. VOTO: 5,5 ELIS SAINT GIORGIAIN: La squadra francese dell´ESG opera un mercato tutto a modo suo snobbando scambi, prestiti e liste trasferimenti e operando unicamente sul mercato libero. Il colpo top della sessione per i parigini è stato ovviamente il ritorno a distanza di un anno di Marcelo Brozovic, l´estroso centrocampista croato è stato pagato la bellezza di 60 Milioni, secondo calciatore più pagato della stagione al mercato e 9° centrocampista più caro della storia del club giallorossoblu. In difesa hanno salutato la truppa Zukanovic, Aleesami, Hoedt e Cosic mentre sono arrivati il regolare Rispoli e la classica scommessa a 1 Mln, Francesco Forte. A centrocampo a fronte degli arrivi di Brozovic, Barberis e la scommessa a 1 Sarzi se ne sono andati Memushaj, Capezzi, Cataldi e il fido Magnanelli. I reparti dei portieri, trequarti e attacco non sono stati toccati. E´ cambiato molto l´approccio ai mercati del gm Bianchini nelle ultime due stagioni, dalle classiche rivoluzioni di una volta (che han portato a tracolli ma pure a due scudetti) si è passati a mercato sempre morigerati con pochi colpi mirati, certo in questo mercato è arrivato Brozovic punto. Tutti gli altri sembrano essere comprimari, se il croato non gira a meraviglia è un mercato in perdita. VOTO: 5,5 FC PANAPIGIAIKOS: Mercato storico per la squadra greca che per la prima volta nella sua storia intavola e conclude uno scambio con un´altra società, fanno i bagagli infatti Baselli (a scadenza) e Paredes in direzione Blackbrun, percorso inverso per Lapadula che concluderà la stagione con i biancoverdi. Il colpo Top è ovviamente l´arrivo del trequartista spagnolo che per caratteristiche, ruolo e costo prende idealmente il posto in rosa di El Shaarawy, dolorosa rinuncia di questo mercato. Si tratta del calciatore più pagato di questa stagione in tutti i mercati con un esborso di ben 61 Milioni, oltre a essere il 3° trequartista più caro di sempre della squadra di Atene. In porta piccolo salasso con l´arrivo di Storari a 5 Milioni a fare da secondo a Donnarumma, se ne và invece Gabriel. In difesa addio senza rimpianti a Santon, dentro a completare il reparto Munoz e la scommessa polacca Bereszynski. A centrocampo necessari gli addii a Paredes e Baselli per arrivare a Lapadula, oltre a loro salutano anche Murgia e Di Gennaro sostituiti da Asamoah (di ritorno al Panapigiaikos dopo 6 stagioni) e dal ritorno di Hiljemark (uno dei soliti enormi paradossi del mondo Pana, dopo un anno e più insieme con una conferma nel mezzo viene cacciato in malo modo a Ottobre, salvo poi essere richiamato di corsa a Gennaio ovviamente per il doppio dell´esborso, da 5 a 10 Mln). Sulla trequarti partito El Shaarawy sono arrivati il già citato Deulofeu e la grande scommessa macedone Trajkovski. In attacco l´addio obbligato a Niang ha portato in sostituzione il senegalese Babacar (5° giocatore più caro della sessione con ben 33 Mln investiti) oltre a Lapadula arrivato dagli scambi. Squadra rinforzata in ogni reparto escludendo il centrocampo ma la scelta è stata fatta in ottica 4-1-4-1, sono arrivati giocatori utili alla causa, il colpo Top è il loro, esattamente come a Ottobre, mezzo voto in meno per il casino Hiljemark. VOTO: 6,5 FC TORDEAUX: Mercato che i tifosi dei girondini ricorderanno per sempre questo di Gennaio 2017, l´addio shock del capitano Gonzalo Rodriguez ha scosso gli animi di tutti e se anche una svolta tecnica era necessaria il nome prescelto per chiudere il vecchio corso è di quelli strong. In difesa oltre al capitano (fascia a Consigli a proposito) se ne vanno anche De Sciglio e Edenilson, per tre che escono ce ne sono tre in entrata e sono D´Ambrosio, Rossettini e Vangioni. A centrocampo via Allan e Gazzi in arrivo Gagliardini pagato la bellezza di 58 Milioni (3° acquisto più caro della sessione e 8° centrocampista più caro della storia del Tordeaux) e il francese Grenier (dovrebbe ambientarsi velocemente). Sulla trequarti via Diamanti, decisamente deludente e dentro Lazovic con il solo scopo di coprire le spalle a Berardi, in avanti tutto invariato. Servivano nomi nuovi per scuotere l´ambiente, l´addio del capitano approdato al Flajax rischia di essere molto doloroso anche se Consigli sarà un ottimo capitano, solita rosa cortissima di 23 elementi, a rischio ogni giornata, mezzo voto in meno per l´acquisto di Vangioni, si doveva fare di meglio. VOTO: 5 PSFRE´ EINDHOBERT: Gli olandesi sono stati attivissimi come sempre sul mercato degli scambi senza però questa volta riuscire a intavolare niente di concreto, il grande colpo della sessione risponde al nome di Omar El Kaddouri, trequartista marocchino pagato ben 25 Mln. In porta è arrivato Berisha a rimpolpare il reparto senza alcuna partenza, in difesa al contrario se ne è andato Martella senza che sia arrivato nessuno a sostituirlo. A centrocampo serviva qualche rinforzo e sono arrivati Dzemaili e Pasalic, nessuna cessione quindi reparto ingrossato numericamente. Sulla trequarti addio a Tello sostituito da Birsa e dal già citato El Kaddouri. In attacco se ne và il pupillo di casa Paloschi dopo ben 4 stagioni col club olandese, per sostituirlo è stato ingaggiato il serbo Filip Djordjevic. Un mercato basso profilo per il club olandese che per rinforzarsi ulteriormente avrebbe dovuto operare ulteriori dolorose rinunce (per Perin e Bonaventura la stagione è già finita, ma sono stati mantenuti comunque in rosa), i giocatori arrivati hanno comunque rinforzato la rosa nei punti giusti ma senza eccellere per qualità. VOTO: 5,5 SPAGNA PRAGA: Il club ceco è stato tra i più attivi sul mercato degli scambi chiudendo comunque una sola trattativa che per lunghezza e complessità ha richiesto tutte le forze fisiche e mentali dei dirigenti ma ha prodotto gli arrivi di Zielinski, Laxalt e Thereau a fronte delle cessioni di Danilo e Perotti (in prestito fino a Giugno). Il colpo grosso del mercato è l´attaccante Levan Mchedlidze pagato ben 40 Mln (4° acquisto più caro della sessione), per la punta georgiana si tratta di un ritorno a Praga dopo ben 7 stagioni avendo già militato nei rossoblu nella stagione 2009/10. In porta è arrivato un big come il portiere della nazionale inglese Joe Hart, unico portiere nei Top 20 di mercato di questa sessione, insieme a lui Berni. In difesa addio a Vermaelen e Danilo (finiti entrambi con diverse modalità al Flajax), l´unico acquisto in entrata è Moretti. Centrocampo piuttosto rinforzato dagli arrivi di Zielinski, Laxalt, Allan e del giovane Melegoni, in uscita salutano la brigata e se ne vanno Missiroli, il polacco Linetty (a sorpresa) e Padoin. La trequarti è stata rasa a zero con le cessioni di Krejci e Birsa e col prestito di Perotti col quale ci si rivedrà solo a Giugno, l´unico sussulto in entrata è rappresentato dall´ingaggio del giovane Valencia. In attacco addii per Eder e Boyè mentre a rinforzare il reparto sono arrivati appunto i già citati Mchedlidze e Thereau (alla 4° stagione consecutiva in cui si ritrova a difendere i colori dello Spagna Praga). Un mercato orientato a un deciso cambio di strategia col passaggio al 4-3-3 ha portato il club ceco a monetizzare con la cessione dell´intera trequarti per reinvestire il tutto negli altri reparti, Joe Hart un grandissimo colpo mediatico, Mchedlidze e Thereau sono due grandi colpi vista la pochezza in attacco prodotta dalla sessione, forse ci si aspettava qualcosina di più di Moretti in difesa, dove comunque la coperta resta lunga. VOTO: 7 TEOTTENHAM: Il club inglese si è come sempre contraddistinto come uno dei più controversi della Fantalega, implicato una volta ancora in problemi burocratici. Il fatto è acclarato, sulla tabella ufficiale della Fantalega era presente il difensore Gustavo Gomez, ritenuto ceduto dal club inglese ma non dalla Fantalega, il paraguaiano è stato comunque utilizzato più volte nelle formazioni del team biancoblu creando un assurdo paradosso. Nessun dubbio sulle buone intenzioni del club inglese, si è trattato senz´altro di un problema di comunicazione tra Presidente di Lega, dirigenti del Teottenham e responsabile del tabellone automatico. La grossa negligenza degli inglesi è stata rappresentata dal non aver mai controllato la lista dei giocatori ufficiale presentata sul sito subito dopo il mercato di Ottobre ma di averla comunque tenuta buona per schierare a un certo punto il roccioso Gomez, un caso che comunque farà giurisprudenza e che arriva a pochi mesi dal caso identico di Biraghi schierato alla 1° giornata di campionato senza che i biancoblu ne avessere acquisito le prestazioni, l´arrivo del nuovo ds ha portato più scompiglio che altro burocraticamente, ma la squadra è prima in classifica, quindi nulla da dire. Quattro quindi, come le presenze di Gomez in formazione, le giornate di squalifica inflitte a White Hart Lane in tutte le competizioni e che vedranno gli inglesi giocare all´Ewood Park di Blackbrun nelle gare contro Tordeaux, Flajax (Coppa Italia), Elis Saint Giorgiain e Spagna Praga. Per quanto riguarda il mercato, meno scoppiettante del solito per ritoccare una squadra che già si trovava in cima alla classifica del campionato, il discorso è che di giocatori veramente decisivi non sembrano esserne arrivati se non tante scommesse giovani e meno giovani da dove pescare nei prossimi mesi sperando che nel mazzo ci sia almeno un Jolly. In difesa a fronte delle cessioni di Biraghi e di Calabria sono arrivati Strinic e il classe 1999 Alessandro Bastoni. A centrocampo via le scommesse mancate Mandragora e Sensi, in entrata si registra il ritorno dopo pochi mesi ma con pretese ridotte a un quarto (da 42 a 12 Mln) per Geoffrey Kondogbia. Sulla trequarti saluta tutti Ricky Alvarez, al suo posto in entrata sono arrivati Iturbe e i giovanissimi Leandrinho e Latte Lath. In attacco mini rivoluzione con le partenze di Melchiorri, Manaj e Arras compensate dagli arrivi di Ibarbo, Petkovic, Pinamonti e Gilardino (quest´ultimo di ritorno al Teottenham dopo ben 8 anni, nella stagione 2008/09 militò per i biancoblu con un ingaggio monstre di ben 171 Mln, otto stagioni dopo si è accontentato di 11 per vestire di nuovo la casacca biancoblu). Un mercato da valutare con calma solamente nei prossimi mesi, vista la lungimiranza mostrata dal duo inglese, perchè di utile alla causa sin da subito si intravede ben poco, il voto è all´impatto immediato sulla squadra che potrà dare questo mercato, ma siamo pronti a essere smentiti da qualcuno dei gioielli pescati. VOTO: 5.





Realizzazione siti web www.sitoper.it