03 Dicembre 2020
News

DOSSIER: QUANTO E´ DIFFICILE GIOCARE UNA FINALE NEL PROPRIO STADIO

09-08-2017 18:00 - NEWS FANTALEGA DARFO 2003
Ci apprestiamo ad affrontare la decima edizione della Supercoppa di Lega secondo il format attuale con quattro squadre qualificate ed uno stadio ad ospitare la manifestazione. Per la terza volta nella storia ad ospitare la Supercoppa di Lega sarà White Hart Lane, storica tana del Teottenham, ultimi match prima della demolizione e il conseguente trasloco (ma solo a tempo) a Wembley della formazione londinese. Nelle precedenti due edizioni la squadra inglese non è mai riuscita a qualificarsi alla manifestazione casalinga godendosela da spettatori non potendo fare altro. Al terzo tentativo gli inglesi sono però riusciti nell´impresa della qualificazione (grazie alla vittoria in Coppa Italia) e ora sono i favoriti d´obbligo della manifestazione, sia secondo i sondaggi (al momento in cui scriviamo il Teottenham è oltre il 50% delle preferenze) che secondo la cabala. Vediamo perchè. Dieci edizioni della Supercoppa sinora e il Teottenham è la sesta squadra della Fantalega a riuscire a qualificarsi per la competizione (dopo Blackbrun, Spagna Praga, Afc Flajax, Fc Tordeaux e Psfrè Eindhobert in rigoroso ordine cronologico), il Panapigiaikos non si è mai qualificato mentre l´Elis Saint Giorgiain non l´ha mai ospitata. Nelle cinque precedenti qualificazioni in ben quattro casi la squadra di casa ha poi alzato il trofeo al DAY 2, l´unica eccezione resta il Flajax del 2011/12 che perse malamente in semifinale contro il Panapigiaikos per 2-0. Quindi chi si qualifica nell´80% dei casi alza la Supercoppa, una percentuale che può fare sognare i tifosi inglesi che questo trofeo non l´hanno mai vinto. Ma è così anche nelle altre competizioni? In Coppa di Lega sono ormai 9 gli anni passati da quando è stata abbandonata la vecchia versione della finale con andata e ritorno per una finale secca organizzata in uno stadio della Fantalega. In questo lasso di tempo solamente due squadre sono riuscite a raggiungere la finale nel proprio stadio (nel 22% dei casi, sotto la media naturale che sarebbe del 25%). La prima a riuscirci è stato l´ESG che nel 2009 al Parc de Princes alza il trofeo battendo per 2-1 il Psfrè, la seconda è invece il Blackbrun che nel 2012/13 raggiunge la finale a Ewood Park ma nel derby inglese col Teottenham perde per 1-0. In Coppa Italia invece la tendenza a non arrivare in finale è molto marcata, in 9 anni di vita della Coppa solamente in un caso (Flajax 2010/11 con vittoria all´ArenA per 1-0 contro l´ESG) la squadra che ospitava la finale è riuscita poi a raggiungerla (solamente l´11% dei casi). Si potrebbe tranquillamente dire che ospitare una finale tendenzialmente porti sfiga perchè le possibilità di raggiungerla sono decisamente sotto media rispetto alle altre, un probabile effetto delle gufate altrui che non vogliono finali con squadre a giocare tra le proprie mura. In generale nella Fantalega su 27 finali ospitate in 7 casi in finale è arrivata la squadra di casa (25,90%), in 6 casi la squadra di casa ha poi alzato il trofeo (22%). Da notare però che nel risicato caso in cui le squadre riescano a raggiungere la finale casalinga sono poi spietate, nell´85% dei casi infatti a trionfare è la squadra di casa con l´unica eccezione già citata del Blackbrun 2013.





Realizzazione siti web www.sitoper.it