21 Ottobre 2020
News

OSCAR DEL CALCIO 2020: TRIONFA SPAGNOLI TRA I COACH, MALINOVSKIY LA GRANDE SORPRESA

17-07-2020 22:30 - NEWS FANTALEGA DARFO 2003
Tante conferme, alcune vittorie scontate e delle grandi sorprese per gli Oscar del Calcio 2020 votati nell'ultima sessione di mercato svoltasi all'Hilteon Hotel. Gli addetti ai lavori (quelli che si sono degnati di votare e presentare la propria scheda) hanno incoronato Marco Spagnoli come Allenatore dell'anno, il GM dello Spagna Praga ha tenuto a distanza il grande rivale stagionale Treachi e la coppia Manzoni-Delaidelli che a sorpresa si è disputata la terza piazza, per il vincitore si tratta della 3° affermazione in carriera dopo quelle del 2012 e del 2017. Nella categoria Direttore Sportivo dell'anno solito dominio di Francesco Bertini del Psfrè Eindhobert come d'abitudine mattatore della categoria dove sembra avere davvero pochi rivali (5° affermazione in 7 anni di Oscar dei DS), la grande sorpresa dell'anno è Roberto Barlassina che semi-inspiegabilmente si piazza al 2° posto a breve distanza dal fenomeno dei DS, sul terzo gradino del podio Giancarlo Abondio che ha pagato probabilmente la sconfitta patita sulla panchina del Resto del Mondo contro l'Olanda di Treachi, crediamo che nel caso inverso il premio sarebbe stato del DS ceco a mani basse. Nella categoria Calciatore dell'anno manco a dirlo trionfo per Cristiano Ronaldo dello Spagna Praga, al 2° Oscar consecutivo nella categoria con due maglie diverse passando dal Teottenham allo Spagna Praga. A distanza al secondo posto si è piazzato Ciro Immobile del Blackbrun mentre a seguire sul terzo gradino del podio troviamo Alejandro Gomez del Flajax. E' la prima volta nella storia che lo Spagna Praga vince un Oscar per il miglior calciatore assoluto, primatista rimane il Tordeaux che l'ha vinto per 3 volte (Cavani 2011 e 2013 e Tevez 2015). Per quanto riguarda il Giovane dell'anno il vincitore è lo svedese Dejan Kulusevski dell'Elis Saint Giorgiain che l'ha spuntata dopo una lotta furiosa con Sandro Tonali del Panapigiakos arrivato ad un'incollatura, entrambi i ragazzi per quanto fatto vedere in questa stagione avrebbero meritato il premio, al terzo posto si è invece piazzato il francese Theo Hernandez del Teottenham. E' la terza volta nella storia che l'ESG vince l'Oscar del miglior giovane, i precedenti sono Dybala nel 2015 e Zaniolo nella scorsa stagione. Mattatori della categoria rimangono però Flajax e Panapigiaikos con 4 affermazioni ciascuna (Pato 2009, Jovetic 2010, El Shaarawy 2012 e Berardi 2014 per gli olandesi e Hamsik 2008, Pastore 2011, Lamela 2013 e Donnarumma 2016 per i greci). Passiamo dunque alle categorie per ruolo partendo ovviamente da quella di Portiere dell'anno che vede trionfare ancora una volta Samir Handanovic del Teottenham, per il portiere sloveno si tratta della 2° vittoria consecutiva e addirittura della 5° in carriera (record difficilissimo da battere o eguagliare) con 4 squadre diverse (Blackbrun 2011 e 2012, Psfrè Eindhobert 2015, Spagna Praga 2019 e Teottenham 2020). Al secondo posto nella categoria ma staccatissimi troviamo il polacco Wojcech Szczesny dello Spagna Praga e Gianluigi Donnarumma del Psfrè Eindhobert appaiati al secondo posto in classifica. Per il Teottenham si tratta della 4° vittoria nella categoria della storia come nessun altro club è mai riuscito (Buffon 2014 e 2016, Alisson 2018 e Handanovic 2020). La categoria che più di tutte ha messo d'accordo gli addetti ai lavori è stata però probabilmente quella del Difensore dell'anno vinta a mani basse dal tedesco Robin Gosens dell'FC Tordeaux che ha messo in fila tutti i più blasonati pretendenti a partire dalla coppia di olandesi piazzata alle sue spalle: Matthijs De Ligt dell'Elis Saint Giorgiain arrivato secondo e Stefan De Vrij del Blackbrun arrivato terzo. E' la prima volta nella storia che il Tordeaux vince un Oscar per il miglior difensore, mattatore assoluto della categoria sempre il Teottenham con la cifra esagerata di 6 affermazioni di cui ben 5 consecutive interrotte proprio quest'anno (Maicon 2010, Bonucci 2015, 2016 e 2017, Koulibaly 2018 e 2019). La categoria più combattuta in assoluto e quella con la più grande sorpresa però è stata quella del Centrocampista dell'anno con ben 5 elementi vicinissimi a contendersela che ha visto prevalere a grande sorpresa l'ucraino Ruslan Malinovskiy del Teottenham. Una lotta punto a punto che ha premiato il calciatore del club inglese per un incollatura davanti al serbo Sergej Milinkovic-Savic del Flajax e allo svedese (già giovane dell'anno) Dejan Kulusevski dell'ESG giunto (qui si) a parimerito con Sandro Tonali del Panapigiakos e con lo spagnolo Fabian Ruiz del Blackbrun appiccicato pure lui. E' la prima volta che il Teottenham può fregiarsi di un titolo di Oscar come miglior centrocampista, primatista assoluto rimane il Flajax con ben 4 affermazioni nella propria storia (Cambiasso 2008, Sneijder 2010, Vidal 2014 e Pogba 2016). Il premio come Trequartista dell'anno lo vince invece l'argentino Alejandro Gomez dell'Afc Flajax che mette in riga un altro argentino: Paulo Dybala dell'Elis Saint Giorgiain giunto a poca distanza dal connazionale mentre al terzo posto troviamo più distanziato lo spagnolo Luis Alberto dello Spagna Praga. Per il Flajax è la 2° vittoria della storia nella categoria trequartisti (Mertens 2017 e Gomez 2020) alla pari con il Teottenham anch'esso con due successi (Salah 2016 e Dybala 2018). L'ambitissimo premio come Attaccante dell'anno senza sorprese finisce al portoghese Cristiano Ronaldo dello Spagna Praga che mette in fila agilmente Ciro Immobile del Blackbrun e il belga Romelu Lukaku del Psfrè Eindhobert. Per il lusitano è il secondo successo consecutivo nella categoria (e sono 4 Oscar personali contando i 2 assoluti consecutivi) come per lo Spagna Praga che aveva già alzato il trofeo nel 2017 con Belotti. Primatista assoluto rimane il Tordeaux con 3 vittorie (Cavani 2011 e 2013 e Tevez 2015). Nella classifica per club con più Oscar del Calcio nella propria storia rimangono in testa gli olandesi del Flajax con 22 Oscar tallonati però pesantemente dal Teottenham salito a quota 20 Oscar, il resto della truppa è più distanziato a partire dal Psfrè Eindhobert terzo che si fregia di 13 Oscar. Per tutte le classifiche stagionali, gli Albi d'oro degli Oscar del Calcio e per la classifica completa per club vi invitiamo a visitare la rinnovata sezione dedicata del sito.
Gianfranco Manzoni 20-08-2020
Complimenti a Roberto Barlassina e Sandro Tonali
Cogliamo l occasione x congratularci con i freschi vincitori degli oscar, meritatissimi. Annata molto positiva in termini di risultati frutto del duro lavoro e del grande impegno. Menzione particolare x i nostri elementi, DS e centrocampista x aver sfiorato l Oscar nella loro categoria. Rammarico x non vedere Rebic e Bra. E meno sul podio, sarebbe stato meritato





Realizzazione siti web www.sitoper.it