26 Novembre 2020
News

MERCATO DI NOVEMBRE 2018: LA DISAMINA UFFICIALE

21-11-2018 13:30 - NEWS FANTALEGA DARFO 2003
Nell'oramai inconfondibile cornice dell'Hilteon Hotel di Erbanno si è svolto il primo mercato stagionale della Fantalega Darfo 2003, un mercato essenzialmente limitato e povero anche perchè è stato il primo mercato della storia della Lega a disputarsi dopo un'asta a mercato chiuso con l'impossibilità dunque di integrare le liste iniziali di giocatori con elementi sopraggiunti dopo l'asta estiva. Il giocatore più pagato della sessione è stato il centrocampista Marco Parolo acquistato per ben 43 Milioni dal Teottenham a seguire una coppia di attaccanti pagati entrambi la bellezza di 36 Milioni che rispondono ai nomi di Simone Zaza finito anch'esso al Teottenham e di Kevin Lasagna finito a sorpresa al Panapigiaikos dopo una cessione a sorpresa e inattesa da parte dell'ESG. A seguire Joao Pedro pagato 35 Milioni dal Flajax e risultato il trequartista più caro della finestra di mercato, mentre il difensore più costoso è risultato essere Giangiacomo Magnani finito ai parigini dell'ESG per ben 18 Milioni mentre il portiere più costoso della sessione (nonchè l'unico acquistato) è stato Marco Sportiello di ritorno al Flajax per la 6° stagione consecutiva coi colori biancorossi e pagato 10 Milioni. Si è trattato del primo mercato dopo almeno 3 anni in cui non è stato chiuso alcuno scambio tra le società nonostante i tentativi di concluderne alcuni siano stati ripetuti, intensi e insistenti. Ma andiamo nel dettaglio a commentare il mercato di tutte le squadre della Lega:
-AFC FLAJAX-
ACQUISTI: Sportiello 10 Mln, Helander 4 Mln, Pastore 31 Mln, Barak 16 Mln, Djuricic 11 Mln, Joao Pedro 35 Mln, Ciano 17 Mln, Favilli 8 Mln, Kean 6 Mln
CESSIONI: Rafael 1 Mln, Hysaj 10 Mln, Pasalic 21 Mln, Keita 45 Mln, Perotti 19 Mln, Machis 7 Mln, Stijepovic 2 Mln, Falcinelli 22 Mln, Mraz 8 Mln
GIOCATORI IN ENTRATA: 9
GIOCATORI IN USCITA: 9
SALDO FINANZIARIO: -3 Mln
Gli olandesi del Flajax confezionano un mercato pirotecnico che coinvolge tutti i reparti della squadra che sono chi più chi meno stati ritoccati. In porta festeggiato il ritorno di Sportiello ad Amsterdam che per il 6° anno (consecutivo) difenderà i pali dei lancieri. In difesa dentro una vecchia conoscenza come lo svedese Helander mentre saluta l'albanese Hysaj che in un anno e mezzo non ha mai convinto. Grandi manovre a centrocampo con l'innesto di tre ragazzi colmi di talento come l'argentino Pastore, il ceco Barak e il serbo Djuricic a fronte dell'addio del solo Pasalic per un reparto rinfoltito numericamente ma con giocatori probabilmente non pronti nell'immediato. Sulla trequarti reparto nevralgico della squadra sono arrivati il brasiliano Joao Pedro, il più pagato della sessione per gli olandesi, e Ciano come rinforzi mentre hanno salutato i deludenti Keita, Perotti, Machis e Stijepovic. In attacco due piccoli prospetti in crescita come Favilli e Kean al posto di Falcinelli che era ormai ai margini e dello sloveno Mraz, separazione dolorosissima. In sostanza un mercato che ha cambiato poco tra i titolari del club orange ma ha mischiato molto le carte per via di alternative, rosa puntellata in tutti i reparti forse sarebbe servito un trequartista in più e un centrocampista in meno.
-BLACKBRUN-
ACQUISTI: Mirallas 13 Mln, Babacar 18 Mln
CESSIONI: Favilli 21 Mln, Djordjevic 13 Mln
GIOCATORI IN ENTRATA: 2
GIOCATORI IN USCITA: 2
SALDO FINANZIARIO: +3 Mln
Un mercato sostanzialmente tranquillo quello degli inglesi del Blackbrun con difesa e centrocampo nemmeno sfiorati e con due innesti tra centrocampo e trequarti. Salutano i deludenti e strapagati Favilli e Djordjevic mentre in entrata i tifosi ammireranno le prestazioni del belga Mirallas sulla trequarti e il grande ritorno di Babacar in attacco che veste la maglia dei gialloneri per la 4° volta in carriera. In sostanza un mercato di conserva che mantiene il grosso dell'ossatura della squadra attuale con un paio di ritocchi che davanti erano veramente necessari, forse per risalire la china serviva qualche colpo in più ma d'altra parte sarebbero servite cessioni dolorose invise al duo al comando.
-ELIS SAINT GIORGIAIN-
ACQUISTI: Magnani 18 Mln, Ola Aina 8 Mln, Antonelli 6 Mln, Orsolini 15 Mln, Vignato 1 Mln
CESSIONI: Marcano 14 Mln, Pasqual 9 Mln, Diks 5 Mln, Lasagna 19 Mln
GIOCATORI IN ENTRATA: 5
GIOCATORI IN USCITA: 4
SALDO FINANZIARIO: -1 Mln
Un mercato da protagonista per l'ESG più per le condizioni non sobrie del GM al mercato (che infatti 24 ore dopo rifiuta energicamente e contesta l'ingaggio di Antonelli perpetrato da esso stesso in un attimo di particolare euforia) che non per i movimenti registrati. La capolista infatti aveva già una rosa molto competitiva e duttile (anche se poi lo schema è sempre quello con buona pace dei vari Baselli e Antenucci che segnano a raffica). In uscita tre giocatori ormai fuori progetto come Marcano, Pasqual e Diks e una sorpresa improvvisa come quella della rinuncia del confermato Lasagna che non stava certo facendo benissimo ma è stato comunque un fulmine a ciel sereno forse poco ponderato. In entrata il nuovo pupillo di casa Magnani per la difesa registrata anche daglin innesti del nigeriano Ola Aina e appunto del contestato Antonelli. Gli altri due ritocchi arrivano sulla trequarti dove arriva l'esterno alto Orsolini, grande prospetto, e il classico colpo a 1 targato ESG come Vignato. In sostanza un mercato viziato dall'alcool ma che ha comunque le impronte del classico mercato parigino, diversi scambi svalvolati buttati sul tavolo per fortuna dei francesi nessuno concluso, potrebbe sorprendere nel prosieguo della stagione, ma la rinuncia a cuor leggero a Lasagna non ci stava, dagli scambi probabilmente avrebbe potuto ottenere qualcosa.
-FC PANAPIGIAIKOS-
ACQUISTI: Hancko 4 Mln, Leverbe 1 Mln, Lucas Leiva 15 Mln, De Roon 15 Mln, Vecino 12 Mln, Joao Mario 13 Mln, Sottil 1 Mln, Lasagna 36 Mln
CESSIONI: Rossettini 4 Mln, Gunter 3 Mln, Bettella 1 Mln, Pastore 50 Mln, Pessina 7 Mln, Castillejo 15 Mln, Joao Mario 13 Mln, Graiciar 4 Mln
GIOCATORI IN ENTRATA: 8
GIOCATORI IN USCITA: 8
SALDO FINANZIARIO: 0 Mln
Un mercato quello del Panapigiaikos foraggiato praticamente per intero con la dolorosa cessione del pupillo di casa Pastore sostituito da elementi con meno classe ma che danno senza ombra di dubbio qualche certezza e solidità fisica in più. In difesa sono arrivate la scommessa slovacco Hancko e il francese Leverbe a fronte della partenza di altre scommesse mancate e del deludente Rossettini, centrocampo rivoluzionato con le cessioni del Flaco e di Pessina e l'innesto di tre big men come il brasiliano Lucas Leiva, l'uruguayano Vecino e De Roon con l'olandese che veste la casacca del Panapigiaikos per la 3° volta in carriera. In attacco l'ESG ha fatto scendere la colombina sulla squadra che li insegue consegnandogli l'attaccante che gli serviva su un piatto d'argento, l'innesto di Lasagna era proprio quello che serviva per avere un'ulteriore alternativa davanti a un'attacco già atomico. Insomma un mercato intelligente e dosato anche se la rinuncia al Flaco è stata pesante, qualche calo di concentrazione violenta non è comunque mancato come dimostra il teatrino su Joao Mario, una Pigiamata insomma ma all'interno di un mercato portato avanti con cura e intelligenza, le prime posizioni in classifica fanno miracoli.
-FC TORDEAUX-
ACQUISTI: Karsdorp 4 Mln, Pasalic 14 Mln, Rog 8 Mln, Kouamè 21 Mln
CESSIONI: Strootman 14 Mln, Dzemaili 12 Mln, Kownacki 23 Mln
GIOCATORI IN ENTRATA: 4
GIOCATORI IN USCITA: 3
SALDO FINANZIARIO: +2 Mln
Un mercato quello dei girondini come sempre non roboante e stando ben attenti a non ingrossare troppo la rosa anche se gli acquisti in questo caso sono stati più numerosi delle cessioni, alcune obbligate come nel caso di Strootman le altre come Dzemaili e Kownacki per delusioni continue o scarso impiego. Se gli elementi in entrata convincono decisamente per qualità tecniche si lasciano preferire meno per affidabilità in quanto nessuno dei nuovi arrivi (eccetto l'ivoriano Kouamè ma in ruolo meno nevralgico) sembra garantire la presenza garantita ogni settimana e con una rosa tanto corta ci sarà come sempre da barcamenarsi sperando di passare via l'inverno senza grossi infortuni, è anche vero che se le scommesse dei girondini dovessero esplodere per i tifosi francesi si prospetterebbe una splendida seconda parte di stagione, in fondo l'olandese Karsdorp e i croati Pasalic e Rog di talento da mettere in vetrina ne hanno a catinelle.
-PSFRE' EINDHOBERT-
ACQUISTI: Malcuit 12 Mln, Keita 17 Mln
CESSIONI: Romagna 14 Mln, Babacar 22 Mln
GIOCATORI IN ENTRATA: 2
GIOCATORI IN USCITA: 2
SALDO FINANZIARIO: +7 Mln
Mercato sottotono quello del duo olandese del Psfrè con pochi movimenti ma di qualità e un gruzzoletto di 7 Milioni risparmiato per il mercato di Gennaio o per qualche colpo minore nella lista gratuita. In uscita due delusioni della prima parte di stagione come Romagna e Babacar sui quali il duo olandese aveva puntato molto, in sostituzione sono arrivati il difensore franco-marocchino Malcuit in grande crescita oltre alla classica subdolata di serata con l'ingaggio del senegalese Keita appena svincolato dai cugini del Flajax. Un mercato che difficilmente muoverà qualcosa di importante nella stagione del Psfrè che forse un pensierino al sacrificio di Bonaventura poteva anche farcelo anche se avrebbe significato conferma sicura a buon prezzo di un pupillo da parte di un'altra squadra, in questo caso ha prevalso il cuore in casa Psfrè speriamo non abbiano da pentirsene nel prosieguo della stagione ma la squadra era già maledettamente competitiva e non necessitava poi di chissà quali acquisti.
-SPAGNA PRAGA-
ACQUISTI: Miranda 8 Mln, Romero 5 Mln, Correa 28 Mln, Gervinho 27 Mln, Meggiorini 8 Mln
CESSIONI: Cacciatore 7 Mln, Bianda 2 Mln, Cuadrado 21 Mln, Birsa 15 Mln, La Gumina 31 Mln
GIOCATORI IN ENTRATA: 5
GIOCATORI IN USCITA: 5
SALDO FINANZIARIO: 0 Mln
Mercato sobrio per lo Spagna Praga che nonostante la stagione sinora tremenda non aveva bisogno di chissà quali ritocchi. Cinque i giocatori ceduti e tutta gente che non trovava posto nell'undici titolare o che comunque aveva deluso parecchio in questo avvio di stagione. In entrata in difesa tifosi in delirio per il grande ritorno dell'ex capitano Miranda (4° stagione in carriera con la maglia dello Spagna Praga), a completare il reparto è arrivato il giovane argentino Romero. Sulla trequarti i due innesti più di peso della squadra con l'arrivo dell'argentino Correa e dell'ivoriano Gervinho per rivitalizzare il reparto con corsa e tecnica, davanti il solo Meggiorini per puntellare l'attacco ma agirà perlopiù come rincalzo. Un mercato che ha fatto contenti i tifosi per qualche nome di grido che giocherà al Letna Stadion ma che non sembra aver convinto troppo lo stesso staff del club, comunque un mix interessante per provare a risalire la china nella seconda parte della stagione.
-TEOTTENHAM-
ACQUISTI: Biraghi 17 Mln, Adjapong 7 Mln, Ter Avest 5 Mln, Bianda 2 Mln, Sierralta 2 Mln, Sernicola 1 Mln, Parolo 43 Mln, Bessa 14 Mln, Zaza 36 Mln
CESSIONI: Miranda 10 Mln, Karsdorp 9 Mln, Bremer 7 Mln, Barak 37 Mln, Jankto 34 Mln, Grassi 11 Mln, Giaccherini 12 Mln, Citro 7 Mln
GIOCATORI IN ENTRATA: 9
GIOCATORI IN USCITA: 8
SALDO FINANZIARIO: 0 Mln
Un mercato da protagonisti quello degli inglesi del Teottenham che per larghi momenti hanno dominato le trattative forti di una buona potenza economica e di tanta fantasia, il reparto trequartisti è stato così completamente raso a zero con l'addio dell'ultimo superstite Giaccherini, inoltre la squadra ha acquistato i due giocatori più cari della sessione come Parolo pagato 43 Milioni e Zaza pagato 36 (alla pari di Lasagna). In difesa via Miranda, Karsdorp e Bremer che hanno deluso e in entrata troviamo il grande ritorno di Biraghi per la fascia sinistra (3° anno per lui a Londra) seguito da tante scommesse messe in fila come Adjapong, l'olandese Ter Avest e i giovanissimi Sernicola, Bianda (francese) e Sierralta (cileno). A centrocampo servivano rinforzi di provata affidabilità così si è investito forte su Parolo (anch'esso al 3° anno con la casacca del Teottenham) e Bessa mentre hanno liberato gli armadietti Grassi e le scommesse fallite Barak e Jankto. In attacco si punterà fortissimo su Zaza, pagato a peso d'oro e cavallo di ritorno molto gradito (3° stagione coi biancobu per lui). In sostanza un mercato teso a dare certezze in più per la formazione titolare con grossi investimenti e qualche rinuncia pesante su scommesse valutate male ad inizio stagione, nel complesso la squadra però è più completa e con una rosa più profonda e proiettata al futuro.






Realizzazione siti web www.sitoper.it