21 Ottobre 2020
News

I TREQUARTISTI E IL BLACKBRUN IN CATTEDRA: ECCO TUTTI I MOVIMENTI DEL MERCATO DI OTTOBRE

03-11-2016 20:00 - NEWS FANTALEGA DARFO 2003
Nella suggestiva cornice dell´Hilteon Hotel si è svolto il tradizionale primo mercato stagionale in data 27 Ottobre 2016. Impeccabile come sempre l´organizzazione da parte del team londinese del Teottenham, subentrato all´ultimo alla prevista sede di Montecampione per vari problemi logistici. La grande novità della serata è rappresentata dalla nuova schermata LIVE gestita dal duo Psfrè che consente a tutti i team di avere istantaneamente sotto mano le rose e le disponibilità economiche ufficiali delle altre squadre, rendendo tutte le trattative e il mercato stesso molto più fluidi. Inutile dire che l´iniziativa ha avuto un grosso successo e sarà sicuramente replicata nei prossimi mercati, gestita come sempre dal duo dei Subdoli. I grandi protagonisti della serata sono stati il Blackbrun che ha animato una quantità industriale di trattative, ne ha concluse tre, nelle quali sono stati coinvolti la bellezza di 11 giocatori: mattatore della serata. Insieme ai gialloneri grandi protagonisti i trequartisti, infatti i quattro giocatori più pagati della serata calcano tutti quella zona di campo e sono Cuadrado (finito al Panapigiaikos per 58 Milioni, 12 mesi fà all´ultimo mercato di Ottobre il colombiano fù ancora il più pagato della sessione), Iago Falque (al Teottenham per 49 Milioni), Joao Mario (ancora al Pana per 31 Milioni) e Gabriel Barbosa ´´Gabigol´´ (finito al Blackbrun per 30 Milioni). Ma andiamo ad analizzare le singole squadre con il classico voto del Presidente di Lega al mercato dei team: - AFC FLAJAX - I campioni in carica avevano una rosa ampissima che era necessario sfoltire e l´operazione è riuscita solo fino ad un certo punto con almeno 4/5 giocatori che dovevano fare le valigie in vista della svolta tattica verso il 4-1-4-1 ma che sono rimasti complicando la vita all´allenatore ma donando alla squadra ancora una certa flessibilità tattica, che a volte però potrebbe pure risultare un boomerang. In porta è arrivato Berisha che in qualche occasione potrebbe dare il cambio a Buffon, difesa rimodellata con gli addii dolorosi di Widmer e Vermaelen e gli arrivi di Cacciatore, Salcedo e Maksimovic (il serbo è alla quarta stagione in carriera nel Flajax). A centrocampo via Marchisio (contropartita principale dell´affare Perisic) e Zielinski (fino a Gennaio al Blackbrun) e dentro due scommessone come Bertolacci e Bruno Henrique. Sulla trequarti uno sforzo incredibile he portato l´arrivo di Perisic che però non dà le garanzie dello scorso anno e è arrivata la grande scommessa belga Praet, nuovo pupillo della dirigenza. In attacco il vuoto assoluto dopo le partenze dei marginali Budimir e Boyè (mai impiegati). Il discorso è che la squadra titolare è ancora quella di prima del mercato con qualche scommessa in più e qualche certezza in meno, tutto legato a Perisic, se il croato non ingrana potrebbe essere stato un mercato in perdita. VOTO: 5,5 - BLACKBRUN - La squadra protagonista assoluta del mercato degli scambi, chiude ben tre interessantissime trattative e sposta ben 11 giocatori, vi diremo di più non vi è stato alcuno scambio nella Fantalega che non coinvolgesse il Blackbrun!! La difesa è stata rinforzata adeguatamente con gli arrivi di Dainelli, Widmer e Dramè (al terzo anno consecutivo in giallonero) gente affidabile che sicuramente garantisce un qualcosina in più rispetto agli Heurtaux, agli Mbaye e ai Diks presenti in rosa precedentemente. A metàcampo il Blackbrun cala gli assi con l´arrivo di Marchisio, Biglia e Zielinski (in prestito) a fronte del solo addio di Borja Valero. Sulla trequarti l´addio di Perisic è reso quasi indolore dagli arrivi di Gabigol, Ilicic, Insigne e Ricci (in prestito) per un reparto che ora soffrirà per forza di cose di abbondanza. L´attacco è rimasto tale e quale ma quando hai Higuain parti con una certezza, gli altri si giocheranno il posto. In sostanza un mercato molto positivo, sono arrivati molti giocatori a fronte di poche partenze e quelli arrivati sono di qualità. VOTO: 7 - ELIS SAINT GIORGIAIN - I parigini dell´ESG confezionano un mercato opposto a quanto ci avevano storicamente abituato, in forte protesta con i trasferimenti di mercato sono l´unica squadra a rifiutare qualsiasi trattativa di scambio tanto da non presentare nemmeno una bozza di Lista Trasferimenti (unici nella Fantalega), gli acquisti operati sono stati pochi e oculati così come le cessioni, lontani dai fuochi d´artificio da ´´Re del Primo Mercato´´ a cui eravamo abituati e nei quali Bianchini ci ha vinto pure dei campionati. In difesa via Pavlovic e Murru, dentro Paletta e Hoedt. A centrocampo gli arrivi di Valdifiori e Cataldi assicurano qualità mentre il attacco è arrivato il panzer Petagna per 21 Milioni, semi-indolore la rinuncia a Maccarone davanti. Tutto sommato un mercato un pò anonimo, pochi innesti è vero forse nemmeno troppo mirati ma quasi nessuna rinuncia di rilievo. VOTO: 5,5 - FC PANAPIGIAIKOS - La squadra più indecifrabile della Fantalega per distacco. Un mercato improntato a volere a tutti i costi giocare col 4-1-4-1, in fortissima contraddizione con quanto di buono costruito all´asta e nei primi mesi di Lega. Certo Donnarumma è una certezza ma la difesa con gli innesti di Rudiger e Santon non sembra ancora attrezzata sia numericamente che qualitativamente per costituire un reparto a 4 di sostanza, senza contare che Donnarumma con una giornata rinviata causa Supercoppa parte con un 5 sul groppone (ovviamente contro lo Spagna Praga, ma è il suo anno). Il centrocampo inoltre è di grossa qualità e l´innesto di Murgia potrebbe aggiungere più di quanto si pensa già quest´anno ma ogni settimana saranno rinunce dolorose a metà. La batteria dei trequartisti è stata senza ombra di dubbio rinforzata ma una spesa di 89 milioni per due giocatori ottimi ma forse non determinanti è stata un pò azzardata anche se fanno dei greci i ´´Re del Mercato´´. Davanti l´arrivo di Lo Faso è inutile se non in chiave ´´Falso Nueve´´ come rilanciato dal sempre innovativo club greco. A questa squadra per espimersi al massimo occorreva una rosa forse più ampia, i tanti denari dovevano coinvolgere più reparti anche perchè in certe giornate il ballottaggio Niang-Kalinic potrà essere molto doloroso e Febbraio può essere molto lontano. VOTO: 5,5 - FC TORDEAUX - La squadra che più di tutte aveva bisogno di mercato alla ricerca di rinforzi per ogni singolo reparto. In difesa gli arrivi di Lichtsteiner, Castan e Edenilson al posto di nessuno praticamente son già una grossa garanzia. A centrocampo gli arrivi di Jorginho, Kucka e Kurtic proiettano la squadra verso un periodo in cui la vedremo spesso giocare a 4 a centrocampo tale è la qualità dei suoi interpreti in quel ruolo. Sulla trequarti lo stagionato Diamanti è l´acquisto perfetto per ingolosire il Bonny grande amante delle vecchie glorie, davanti via Pucciarelli dentro Pinilla che dopo la rovesciata contro il Flajax della scorsa stagione non era mai uscito dal cuore dei tifosi. Rimane la squadra con meno giocatori in rosa ma almeno adesso (al netto degli infortuni) dovrebbe avere qualcuno da fare giocare. VOTO: 6 - PSFRE´ EINDHOBERT - Classico mercato subdolo per la squadra olandese con le classiche chiamate a giocatore appena venduto, un classico del team di Eindhoven. Imbastiti nove milioni di scambi concluso neanche uno per i motivi più disparati allora avanti col 4-2-3-1 e i vecchi interpreti perchè dal mercato è arrivata poca roba. Caldara in difesa è un prospetto molto interessante, Rigoni a centrocampo è un graditissimo ritorno ed era l´obiettivo principale centrato, dalla trequarti in su acquistato praticamente nessuno esclusi Tello e Soleri non determinanti. Squadra da inquadrare perchè difficilmente camaleontica, forse serviva qualche rinuncia coraggiosa per qualche ritocco in più nei vari reparti. VOTO: 5,5 - SPAGNA PRAGA - La grande favorita stagionale decide di puntare fortissimo sulla coppia Belotti - Dzeko, dunque rinuncia a Insigne in scadenza e grossi rinforzi in difesa in vista di una squadra che quasi mai si discosterà dal 4-3-1-2. Dietro arrivano Vermaelen, Silvestre e Danilo, di sicuro il trio più di richiamo tra i movimenti in difesa della Lega, a centrocampo la rinuncia alla conferma Biglia porta in dote Borja Valero perfetto per lo schema, davanti puntellato l´attacco con due argentini che potrebbero diventare dei fenomeni come Simeone e Boyè. Era già una squadra a cui occorrevano pochi ritocchi, forse la speranza dei rossoblu erano di scambiare qualche elemento per acquisire una punta (fino all´ultimo si sono protratte le trattative per Destro e Thereau, entrambe saltate all´ultimo secondo per dettagli). VOTO: 6 - TEOTTENHAM - Il primo mercato ufficiale per la coppia Teo-Keke diventa una barzelletta col direttore sportivo che a una certa ora inginocchiato pregava il suo gm di acquistargli un centrocampista. In difesa arrivano Fazio, Conti (nella trattativa Ilicic) e Biraghi dopo il disastro del duo inglese che lo aveva schierato alla prima giornata senza averlo. A centrocampo gli innesti di Sensi, Pulgar, Mandragora e Grassi sono grandi colpi per la stagione 2017/18 bisogna vedere quanto potranno rendersi utili in questa. Sulla trequarti arrivano Alvarez (per Ilicic), Banega, De Guzman e Iago Falque a rinforzare un reparto già interessante con una probabile virata verso un 4-2-3-1 o un 4-1-4-1. Davanti Melchiorri potrebbe essere un ottimo acquisto passato sotto silenzio, solo folkloristici gli acquisti di Arras e Lombardi. In sostanza un mercato di grandissima qualità ma bisognerà capire di quanta quantità, troppi giovani rischiano di essere controproducenti. VOTO: 5,5





Realizzazione siti web www.sitoper.it