04 Dicembre 2020
News

HILTEON HOTEL ULTIMO ATTO 2018: IL TEOTTENHAM FA´ ALL IN PER QUESTA STAGIONE, IL PANA HA GIA´ LA TESTA ALL´ANNO PROSSIMO

04-04-2018 23:00 - NEWS FANTALEGA DARFO 2003
Come oramai di consueto è l´Hilteon Hotel di Erbanno la cornice dell´ultima finestra di mercato della Fantalega Darfo 2003 e come di consueto si è trattato del solito ritrovo in cui il materiale su cui rifondare era poco e di non eccelsa qualità tanto che ogni società ha dovuto fare di necessità virtù e arrangiarsi con quello che si trovava sul mercato mettendoci tanta fantasia. Il mercato è stato anticipato di qualche ora dal Psfrè Eindhobert che pochi attimi prima della chiusura del mercato svincolati (la mezzanotte del 31 Marzo) ha piazzato il grande colpo con l´ingaggio del grande ex Saponara (4° anno in maglia Psfrè) spiazzando la concorrenza per il forte trequartista forlivese. Il grande colpo della sessione lo mette a segno il Flajax con l´acquisto del colombiano Cuadrado per ben 27 Milioni giunto a rinforzare la trequarti olandese, al secondo posto degli acquisti più costosi si piazza una coppia ex aequo con Lazzari approdato allo Spagna Praga e il brasiliano Vitor Hugo ingaggiato dall´Elis Saint Giorgiain, entrambi i giocatori sono pesati sulle casse del loro nuovo club per ben 19 Milioni. Abbastanza movimentato anche il mercato degli scambi col ritorno di Politano al Flajax dopo un tira e molla col Pana durato tutta la stagione stavolta con uno scambio definitivo con Moise Kean. Molto più articolato e studiato l´altro scambio di giornata col Teottenham che piazza il colpaccio Andrè Silva per 86 Milioni dall´Elis Saint Giorgiain in cambio di Szczesny, Conti e Spinazzola oltre a una valanga di soldi che obbligheranno il club londinese a diverse (e alcune dolorose) cessioni. Ma andiamo a valutare squadra per squadra il mercato di chiusura della Stagione 2017/18:
- AFC FLAJAX - La co-capolista olandese punta ad un mercato un pò nostalgico soprattutto con i rientri alla base di Marco Sportiello (5° stagione in biancorosso) e di Marco Sau (4° stagione ad Amsterdam) che forse non erano poi così funzionali al progetto per questo finale di stagione ma erano richiesti a gran voce dai tifosi e il GM ha fatto tutto il possibile per accontentarli. In porta salutano la truppa Viviano e Puggioni sostituiti appunto da Sportiello e dal giovane prospetto polacco Dragowski pupillo seguito a lungo dalla dirigenza olandese. In difesa svincolo obbligatorio per il compianto Astori oltre agli addii dei deludenti Izzo e Nuytinck sostituiti da tre mestieranti che saranno utili nel finale di stagione per puntellare il reparto come Bani, Ceccherini e il francese Laurini già meteora Flajax qualche anno fà. A centrocampo finita la pazienza per Veloso e per Omeonga costretti a liberare l´armadietto per fare posto agli innesti di Borja Valero e Everton Luiz. Detto di Cuadrado sulla trequarti (il colpo più costoso della sessione) e dell´arrivo di Politano dal Panapigiaikos a lasciare il posto ai due nuovi arrivi sono Birsa e Di Francesco che hanno largamente tradito le attese che erano riposte nelle loro prestazioni. In attacco Kean è finito al Pana nell´ambito dell´affare Politano, ai saluti anche il croato Budimir che paga un lungo infortunio che lo ha costretto a chiudere la stagione anzitempo a sostituire i due sono arrivati il già citato Marco Sau e il croato Perica già visto in maglia Flajax in stagione in una breve parentesi in prestito dal Blackbrun. In sostanza un mercato orientato a puntellare la squadra per il finale di stagione che si preannuncia parecchio impegnativo con tante partite che richiederanno delle valide alternative ai soliti titolari, certo non sono arrivati grandi nomi ma il materiale a disposizione era quello che era e la squadra si è arrangiata. VOTO: 6
- BLACKBRUN - Gli inglesi del Blackbrun non aprono ne chiudono alcuna trattativa nell´arco della serata, il GM presente a sorpresa all´aperitivo premercato si dichiara soddisfatto della propria squadra che effettivamente paga parecchia sfortuna ma è piuttosto equilibrata e competitiva e all´orizzonte non si vedevano grandi giocatori da inserire in organico. Qualche blando tentativo di impostare qualche scambio tra società prima dell´inizio vero e proprio delle trattative quando poi gli inglesi si sono defilati optando per un mercato di immobilismo totale lasciandoci senza metri di giudizio per valutarne l´operato. VOTO: SV
- ELIS SAINT GIORGIAIN - I francesi dell´Elis Saint Giorgiain si concedono dopo mesi di corteggiamenti alle attenzioni del Teottenham per Andrè Silva che alla fine approda in Inghilterra in cambio di Szczesny, Conti e Spinazzola, tutti elementi che dovrebbero garantire futuro più che presente al club francese che nella stagione in corso insegue pochi obiettivi tra cui però quello ambizioso della finale di Coppa Italia al Parc de Princes da conquistare. Al di là dello scambio quindi diversi movimenti si sono conretizzati per puntellare la rosa in vista dell´ormai obiettivo unico stagionale. Detto dell´arrivo del polacco Szczesny per la porta in difesa sono arrivati oltre al lungodegente Conti anche Mario Rui e il cavallo di ritorno Vitor Hugo (2° acquisto più caro della sessione) per fare posto ai nuovi acquisti sono stati sacrificati Bereszinsky (a sorpresa) e il giovane Illanes. A centrocampo doloroso l´addio dell´ex capitano Magnanelli e la meno dolorosa rinuncia a Zanellato, il tutto per inserire nel roster il nigeriano Obi, il talentino Sensi e Spinazzola nell´ambito dell´affare Silva. Sulla trequarti nessuna cessione con l´importante innesto del giovane prospetto Brignola che sembra il classico colpo pluriennale del GM transalpino. In attacco sacrificato Andrè Silva per finanziare tutto il mercato e il cugino di Keità per avere più posti in rosa sono stati sostituiti solo con l´ecuadoregno Caicedo, per una squadra che comunque aveva già il suo attacco schierandosi sempre a una punta. Un mercato completamente incentrato sulla cessione di Andrè Silva al Teottenham con conseguente valanga di milioni da reinvestire con l´ESG che ha potuto sbizzarrirsi come più gli piace comprando in largo e in lungo sino a raggiungere la fatidica soglia dei 40 giocatori in rosa che lo ha obbligato a fermarsi. Tantissime scommesse da valutare con calma verso il finale di stagione per poi decidere il loro futuro con le conferme estive, solo il tempo ci dirà se il Bianchini ha piazzato qualche altro colpo dei suoi come ci ha ben abituato negli ultimi anni. VOTO: 6
- FC PANAPIGIAIKOS - Il Panapigiaikos sembra ormai rassegnato all´ennesima retrocessione della propria storia (sarebbe la quarta in 15 anni e terza consecutiva) e ha programmato un mercato tutto imperniato su scommesse future, giovani e calciatori futuribili. Emblematica la rinuncia a Politano (che andava in scadenza tra pochi mesi) passato definitivamente al Flajax per un giovane futuribile come Kean. In difesa hanno salutato la compagnia i deludentissimi Lemos e Wallace sostituiti da tre ottime giovani scommesse come Bonifazi, Adjapong e la suggestione Ghoulam che se dovesse funzionare.... A centrocampo inseriti in rosa il croato Marko Rog e il cavallo di ritorno Balic, entrambi sempre in ottica 2019. Sulla trequarti Politano è partito in direzione Amsterdam mentre Bessa è stato svincolato con colpevole ritardo, a sostituire i due è arrivato uno dei classici profili Pana come Latte Lath fischiato da quasi tutti gli addetti ai lavori durante l´acquisto. In attacco oltre al giovane Moise Kean che ha fatto il percorso inverso di Politano è arrivato per rimpolpare il reparto anche l´uruguaiano Avenatti sul quale i greci credono tantissimo. Un mercato anche difficile da valutare a causa dei profili acquistati tutti necessariamente con un possibile buon futuro davanti ma anche tutti con qualche perplessità sul valore odierno, un mercato che forse ormai non aggiunge nulla a questa stagione ma potrebbe far iniziare stavolta veramente con il piede giusto la prossima, tanti talenti, tanti giovani a prezzi giusti, incoraggiante per i tifosi che come ogni anno sperano nella rinascita dalla prossima stagione. VOTO: 6,5
- FC TORDEAUX - Un mercato low profile quello dei girondini che si sono a più riprese dichiarati felici della propria rosa e poco intenzionati a metterci le mani per rivoluzionarla tanto che le cessioni sono state solamente due: il lungodegente Badelj per il quale la stagione è praticamente finita e il discontinuo Taarabt che non ha incantato nessuno dalle parti del Matmut. Il croato è stato sostituito dal figliol prodigo Gagliardini che dopo la dolorosa cessione di Gennaio è ritornato a Bordeaux con fortissime motivazioni, insieme a lui il giovanissimo Melegoni da crescere con calma nella cantera dei girondini. A sostituire il marocchino Taarabt è invece arrivata un altra grande scommessa come Valentin Eysseric, terzo francese di una rosa che voleva aggiungere un pò di attaccamento alla maglia e comprare giocatori transalpini è da sempre in questi casi la politica del Tordeaux. Insomma un mercato di pochi mirati botti per inseguire l´obiettivo minimo del 4° posto senza nascondere a nessuno il fatto che il Tordeaux per chiudere la stagione punti anche a obiettivi molto più ambiziosi, la squadra cambia poco o nulla da come era prima continueranno a giocare sempre gli stessi. VOTO: 6
- PSFRE´ EINDHOBERT - La subdolata l´avevano già imbastita nel premercato chiudendo con lo svincolato Saponara (4° stagione in rossonero) a poche ore dalla chiusura della finestra dedicata agli svincolati quindi durante le operazioni di mercato hanno potuto rilassarsi di più tanto la loro malefatta l´avevano già compiuta. Il mercato dei subdoli è partito dunque da una sola cessione (quella di Ghoulam) che ha finanziato tutto il resto del mercato (misurato per forza di cose) con gli arrivi di Sagna e Spolli a rimpinguare il reparto dei difensori che languiva e Babacar a proporsi come interessante alternativa ai soliti noti davanti e per aggiungere un pelo di profondità alla rosa in vista dei prossimi, numerosissimi, impegni di fine stagione. Un mercato sobrio con qualche subdolata a tradimento come Babacar chiamato a due secondi dallo svincolo o lo sfregio dell´acquisto di Spolli uno degli ex capitani storici dello Spagna Praga, pochi puntelli importanti più che altro numericamente per affrontare il finale di stagione. VOTO: 6
- SPAGNA PRAGA - Lo Spagna Praga è già una buona macchina avviata e affidabile con tante alternative e questo mercato è servito più per allontanare Borja Valero che non per altro, lo spagnolo acquistato a peso d´oro a Gennaio non è mai sceso in campo una volta con la squadra ceca e probabilmente nemmeno in allenamento ha mai incantato tanto da portare allo sfinimento lo staff tecnico dello Spagna Praga che dopo soli tre mesi non vedeva l´ora di allontanarlo, in compagnia di Chiriches anch´esso ormai inviso allo staff. Due sole cessioni per finanziare tre operazioni in entrata che rispondono ai nomi del tedesco Howedes per la difesa, dell´eclettico Lazzari per il centrocampo (pagato ben 19 Milioni, 2° acquisto più caro della sessione di mercato) e dell´oggetto misterioso colombiano Ceter ennesimo uomo di un attacco sconfinato come quello dei cechi. Tirando le somme la squadra è rimasta la stessa praticamente, leggermente ringiovanita e con un occhio buttato in direzione della prossima stagione e il solo Lazzari che può ambire a un ruolo da protagonista già da subito. VOTO: 6
- TEOTTENHAM - Il mercato che sicuramente più farà parlare è quello degli inglesi del Teottenham che, ancora in corsa su tre fronti, tra cui lo scudetto hanno deciso di puntare senza mezzi termini sul tutto e subito rinunciando a due possibili ottime conferme (Szczesny e Conti) e un buon giovane (Spinazzola) per avere subito per le restanti otto giornate le prestazioni del portoghese Andrè Silva dopo un lunghissimo corteggiamento durato mesi e culminato nella maxi offerta chiusa all´Hilteon Hotel. Oltre ai tre giocatori per il Teottenham infatti l´arrivo di Andrè Silva ho comportato un esborso economico notevole e per rientrare dall´investimento hanno dovuto sacrificare diversi giocatori più o meno funzionali al progetto infatti oltre ai tre già citati coinvolti nello scambio hanno dovuto salutare la compagnia anche Lisandro Lopez (mai ambientato), Jonathan Silva (oggetto misterioso), Murgia, De Paul, Nani, Joao Pedro (caduto nella rete dell´antidoping), Edera e Babacar. Undici nomi in uscita per finaziare il solo colpo Andrè Silva, con gli spiccioli rimasti gli inglesi sono andati a puntellare i reparti di qua e di là come meglio si poteva con gli acquisti del difensore brasiliano Danilo per 9 Milioni, il centrocampista Grassi per 11 Milioni e due scommesse che agiranno sulla trequarti come Medeiros e Lombardi pagati entrambi 7 Milioni. Se indovina la scommessa Andrè Silva il Teottenham può dormire sonni tranquilli, in caso contrario dovranno tirare la carretta i soliti da quà a fine stagione con qualche rincalzo (alcuni di peso) in meno. VOTO: 6





Realizzazione siti web www.sitoper.it